Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
OK

Torna ai risultati della ricerca

Dr. Beniamino Fagnani

(Trivento (CB) 22/11/1922 - Campobasso 23/09/2003)

Padre: Luigi - Francesco Giuseppe Pasquale
Madre: Emma Ester
Coniuge Angelica (Pupa)
Numero figli: 3
.
.

Nacque a Trivento il 22 novembre 1922 dall'avv. Luigi Fagnani e da Ester Roberti.
Compì il primo ciclo di studi, come alunno interno, presso il seminario vescovile di Trivento. Conseguì la maturità classica, a solo sedici anni, nel 1938 presso il liceo classico di Bisceglie (BA) dove la famiglia si era trasferita a seguito della nomina del genitore a notaio di quella città. Nel 1942, a venti anni, si laureò in giurisprudenza presso l'università di Bari e nel 1944 conseguì la laurea in scienze politiche presso lo stesso ateneo. Nel 1947 vinse il concorso in magistratura e, con decreto del I ottobre 1947, fu nominato uditore giudiziario presso la pretura di Bisceglie. Dal 10 agosto 1948 al 30 novembre 1949 fu pretore a Volturara Appula (FG), successivamente con decreto del 24 ottobre fu nominato pretore aggiunto alla pretura di Trani. Con decreto del 18 gennaio 1953 fu giudice presso i tribunale di Trani. Con decreto del 2 luglio 1959 fu destinato al tribunale di Roma ed assegnato alla prima sezione penale; nel 1961 passò alla prima corte d'assise presso la quale si distinse per la stesura di importanti sentenze quali quelle del caso Fenaroli e del caso Bebawi.
Il primo settembre 1967 fu procuratore della repubblica di Larino. Con provvedimento del 29 luglio 1970 fu trasferito presso la corte d'appello di Roma con funzioni di sostituto procuratore generale. In questi anni fu particolarmente impegnato in istruttorie di casi di rilevanza nazionale quale lo scandalo Anas.
11 20 maggio 1974 fu nominato magistrato di Cassazione. Dal 1987, istituita le corte d'appello di Campobasso, a seguito della conquistata autonomia da quella di Napoli, fu nominato procuratore generale presso la corte d'appello
di Campobasso risultandone il primo in ordine cronologico. Fu collocato a riposo, per raggiunti limiti di età, nel novembre 1992 con il grado di Procuratore Generale Onorario presso la Corte di Cassazione.
Il Comune di Trivento per l'occasione il 24 aprile 1993 offrì all'illustre concittadino una targa-ricordo.
Il dottor Fagnani, nel ringraziare, con la modestia e l'umiltà che lo contraddistinguevano pronunciò le testuali parole "Se qualcosa di buono ho combinato, io lo devo anche alla mia terra, alla mia gente e al mio piccolo caro e, per chi lo ama, meraviglioso paese per il quale sono e resto, per quel poco che posso e valgo, a disposizione".
Dopo il collocamento a riposo trascorse molti dei suoi giorni a Trivento, a dimostrazione del grande amore che egli nutriva per il suo paese.
Nell'anno 2000, in occasione del giubileo, volle donare alla biblioteca comunale un leggio con una preziosa pubblicazione sul Molise dell'istituto poligrafico di Stato.
È morto a Campobasso il 23 settembre 2003.
Il sindaco di Trivento, dottor Pasquale Corallo, nel dare l'estremo saluto all'illustre cittadino così si è espresso "Al dott. Beniamino Fagnani va tutta la nostra riconoscenza e gratitudine. Siamo orgogliosi di avere avuto un concittadino che ha ricoperto alte cariche della magistratura, specialmente nel modo con cui tali cariche sono state esercitate. Rispettoso del prossimo, nobile di animo, attento nel giudizio di tutti fosse l'uomo della strada o il grande luminare, aveva un grande dono: quello dell'ascolto. Quando, da magistrato, veniva a Trivento non amava essere scortato né imponeva la sua carica, dimostrava invece una sicurezza morale nei propri atti e nel proprio agire. Il suo insegnamento, la sua personalità, la sua moralità siano di esempio per tutti i triventini".


-scheda tratta dal volume del Prof. Tullio Farina “Trivento, Scritti Storici e Personaggi Memorabili” 

Documenti correlati

Montagna